2007, A.C.S.D. Shingen, Via IV Novembre, 36 - 61032 Fano.
Il Kali Filippino è un’antica arte marziale nata nelle innumerevoli isole dell’arcipelago delle Filippine. Era utilizzata dagli indigeni per difendersi dalle continue invasioni dei colonizzatori .   Nel Kali si impara prima l’uso delle armi e poi si passa alle mani nude (Panantukan), calci e pugni (Sikaran),  lotta libera (Dumog) e leve articolari (Trankada).   In questa arte marziale si utilizzano come base di insegnamento uno e due bastoni corti di circa 70 cm. S’imparano ad usare i bastoni colpendo punti vitali del corpo da ogni direzione, utilizzando 12 angoli d’attacco.   Una volta appreso il maneggio dei bastoni, si passa all’applicazione pratica in coppia studiando una vasta gamma di tecniche interessanti per la difesa personale. Inoltre si possono anche usare vari oggetti di uso comune (ombrello, rivista, chiavi…).   Questa arte marziale, ha conosciuto il suo maggior sviluppo in America, nazione ricca di emigranti, tra cui famosi maestri Filippini che l’hanno diffusa  fuori dal loro Paese d’origine.   Il Kali o Eskrima o Arnis de Mano, tuttora viene insegnato anche a diversi  gruppi speciali Statunitensi (Marines, Seals, ecc.).
KALI FILIPPINO
IL MAESTRO
Francesco Colagiacomo